CHI SONO

 

Gava

Illustratore Vignettista

Ciao sono Gava e faccio il secondo mestiere più antico del mondo: faccio satira.
La matita è la mia fedele compagna di avventure, che mi accompagna ogni giorni in un mondo fatto di vignette, illustrazioni, caricature

  

COSA FACCIO

 

Vignette
• satira per quotidiani, settimanali, mensili e periodici (sia con collaborazione continua, che occasionale);

• vignette per l’editoria su qualsiasi argomento;

•vignette per le pubblicazioni di aziende, amministrazioni, associazioni e anche per privati;

Illustrazioni
• editoria per bambini (storie e poesie, libri didattici, copertine…);

• editoria per ragazzi e per adulti (poesie, didattica, manuali tecnici,…);

• prime pagine dei quotidiani;

• loghi per aziende, associazioni, amministrazioni e privati;

• illustrazioni per opuscoli informativi (ad esempio per tematiche ambientali, ma anche per documentazioni tecniche);

• disegni e illustrazioni su commissione per privati, aziende e associazioni;

Caricature
• partecipazioni di matrimonio;

• inviti ad eventi;

• regali per eventi speciali;

• papiri di Laurea;

Oggetti di artigianato
• presine da cucina realizzate a mano sui miei disegni, raffiguranti personaggi della politica e del mondo dello spettacolo;

• presine raffiguranti qualunque soggetto su richiesta (anche persone private per regali personalizzati);

Giornali con cui HO collaborato

Il Fatto10%

L’Unità30%

Beppegrillo.it80%

Misfatto10%

Voglioscendere (Travaglio – Gomez – Corrias)10%

MicroMega30%

Pubblico60%

Pupù90%

Yanez95%

Mamma!10%

Ruvido100%

Corriere del Veneto20%

Vernacoliere20%

Mucchio Selvaggio20%

 

 

Testimonials

 

  • tre righe per il mio amico Marco
    tre righe senza tacche e senza numeri
    la prima per misurare il suo talento
    nei segni | nelle parole | nel loro incontro
    cristallino | ficcante, mai volgare | appassionato
    la seconda per misurare la sua umanità, impegno e | sensibilità | grandi
    la terza non serve | era per misurare la distanza tra le prime dueFabio Magnasciutti

 

  • Si dice sempre che di un artista non si debba giudicare la vita privata,
    che pazienza se Caravaggio, tra una Conversione di San Paolo e un Martirio di San Matteo, accoltellò un suo rivale.
    Gava è la conferma che no, manco per niente: se vuoi conoscere l’artista conosci l’uomo.
    L’uomo Marco Gavagnin, lo dico per aver avuto il privilegio, è stratosferico.
    Meraviglioso, generoso, fantasioso, stupefacente, pieno di slanci, idealista il giusto, ossia parecchio, incredibile, sublime, non trovo le parole per spiegarlo meglio.
    Ah, sì ecco: l’uomo Marco Gavagnin è un’anticchia sotto all’artista Gava, per capirci.Francesca Fornario